centro culturale LAC (Lugano Arte e Cultura)

Publié dans 02_Postcards

  L’iter verso il nuovo centro culturale LAC (Lugano Arte e Cultura) che nascerà dalla fusione dei Musei d’Arte e quello Cantonale, segna una nuova tappa verso la sua apertura prevista per il 2014. La mostra di villa Malpensata, nell’edificio storico e che sarà visitabile fino all’inizio dell’estate prossima, è dedicata a due importanti personalità dell’arte contemporanea europea: Paul Klee (Münchenbuchsee 1879 – Muralto, 1940) e Fausto Melotti (Rovereto 1901 – Milano 1986).

L’esposizione. avvicinando i due artisti, indaga le loro personalità che, distanti venti anni, oltre 300 Km e non essendosi mai incontrati, hanno molti punti in comune che ad una lettura superficiale non balza subito agli occhi. Ora, attraverso la bella mostra di Lugano, tradizionale crocevia tra la Svizzera e l’Italia, avviene il loro incontro strategico dal quale scaturisce un percorso che mette in luce le affinità in un ipotetico dialogo dal significato simbolico oltre che storico- artistico.

Paul Klee, Stadt mit gotischem Münster, 1925

I segni ritmici o geometrici caratterizzati dagli straordinari colori dei dipinti di Klee sembrano trovare nelle sculture di Melotti la propria rappresentazione tridimensionale e i fili metallici che Melotti salda e intreccia nelle sue strutture aeree, assecondando o contraddicendo le proporzioni matematiche, evocano quella dimensione mitica ricercata da Klee. Per ripercorrere la carriera dei due artisti sono messi a confronto oltre 150 opere, flessuose o saettanti, dalle quali scaturiscono anche molte affinità come l’amore per la natura e gli animali che compaiono nei titoli delle opere. Il percorso espositivo ha inizio con le ricerche del più nordico nell’ambito della tradizione figurativa centroeuropea del Simbolismo e dello Jugendstil analogamente allo studio delle proposte di Ritorno all’ordine e della Metafica dell’italiano: differenze queste che con il passare del tempo andranno sempre più stemperandosi. Nelle sezioni successive sono messi in evidenza i comuni interessi e soprattutto gli argomenti che più hanno attratto le due personalità. Si evidenziano i disegni e gli studi sull’importanza del segno e sulla rappresentazione dello spazio, ma anche sulla dimensione teatrale o naturale del mondo circostante. Ma è nel profondo interesse per la musica che entrambi trovano la loro migliore espressione - Klee suona il violino mentre Melotti è diplomato in pianoforte al conservatorio - Strutture essenziali oppure lineari, linee rette o curve, superfici che riflettono o trattengono la luce sono argomenti che prima affascinano e poi diventano, come per incanto, leggibili. I ritmi musicali e le geometrie che regolano le composizioni melodiche divengono forme di pensiero e di percezione della realtà. Anche le lettere e i simboli sono parti integranti sia nelle loro opere che negli scritti poiché entrambi hanno supportato la ricerca operativa con testi teorici che possono facilitare la lettura dei loro capolavori.         Notizie utili Paul KLEE Fausto MELOTTI Lugano – Museo d’arte Lugano - Riva Caccia 5 Fino al 30 giugno 2013 Orario: Mar - Dom 10-18; Ven 10-21; Chiuso il lunedì, tranne: 1/4, 20/5 e 17/6 Ingresso: intero CHF 12.00; ridotto CHF 8.00 Catalogo: Bettina Della Casa, Guido Comis Informazioni: tel. +41 (0)58 866 72 Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.  

Fausto Melotti, Le guglie, 1970